Offerte Hotel

La Diffamazione

Cos'è la Diffamazione?

Negli ordinamenti moderni è prevista una tutela dei diritti della persona che è protetta nel proprio onore e decoro. In particolare il nostro codice penale all'articolo 595 prevede il reato di diffamazione, per certi versi assimilato a quello di ingiuria al quale è dedicato l'articolo precedente del codice penale e al quale peraltro rimanda lo stesso codice.

A rischio di semplificare potremmo definire l'ingiuria (articolo 594 codice penale) come il reato commesso da una persona che offende il decoro e l'onore di un'altra presente, mentre la diffamazione implica che l'offesa colpisca la reputazione di una persona assente della quale l'accusato parla con altri non dando all'offeso l'occasione di difendersi pubblicamente.

Distinta dalle precedenti è, invece, la calunnia (art. 368 c.p.) che, pur colpendo sempre l'onore di un individuo, è frutto di una denuncia indirizzata (anche se indirettamente) ad un'autorità giudiziaria da una persona intenzionata a ferire la parte che viene pertanto offesa, pur essendo consapevole della sua estraneità ai fatti.

Diffamazione, ingiuria e calunnia sono tre forme d'offesa all'onore e alla reputazione di un individuo le quali si verificano con modalità distinte fra loro e sono perseguite in maniera diversa. 

Ricordiamo, infatti, che in caso d'ingiuria si procede d'ufficio, ovvero l'iniziativa è presa dall'Autorità Giudiziaria senza attendere la richiesta da parte della persona offesa, mentre nel caso in cui una persona si senta diffamata o calunniata deve attivarsi per presentare querela al fine d'andare di fronte a un giudice che stabilisca la verità processuale. 

A Portata di Mouse